SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA ITALIA
Dal 08 al 25 agosto compresi gli ordini non potranno essere processati. Le spedizioni ripartiranno regolarmente a partire dal 26 agosto.
food

Tokyo | Un viaggio nella tradizione

di
Trezeta
Trezeta
La capitale del Giappone è una metropoli molto estesa.

"Il viaggio dà
forma alla mente."

Bruce Chatwin
Per questo, i trasporti urbani, puntualissimi per tradizione e orgoglio, sono un valido aiuto. Per immergersi totalmente nell’atmosfera particolare della città, si possono intraprendere degli itinerari ad hoc, selezionando delle zone che val la pena vedere, a seconda delle proprie preferenze.
Il periodo dell’anno consigliato per visitare la città è tra fine aprile e inizio maggio, ovvero quando la fioritura dei ciliegi raggiunge il suo culmine e lo scenario dei parchi cittadini è assolutamente mozzafiato.
Abbiamo selezionato un percorso che tocca la zona legata alla tradizione della capitale.
Si parte dalla stazione di Asakusa, in uno dei quartieri più antichi, dove è possibile subito visitare il tempio di Senso-Ji, il più antico di Tokyo, e uno dei più rappresentati nelle cartoline assieme all’adiacente pagoda di cinque piani.
Da qui possiamo arrivare nel distretto di Ueno, dove troviamo una varietà di attrazioni che meritano una visita, come il parco, lo zoo e il Museo Nazionale di Tokyo.

Infine, si raggiunge il quartiere di Yanaka, uno dei più antichi di tutta la capitale, dove le viuzze si intrecciano ed è possibile assaggiare la cucina di strada tradizionale, respirando forse l’ultima parte rimasta dell’atmosfera Shitamachi. Giungiamo alla stazione di Sendagi e concludiamo la nostra escursione a piedi nella città di Tokyo.

Nigiri Sushi

Nigiri Sushi

Ingredienti per 5 persone:
- 200 gr riso
- 400 gr pesce crudo assortito
- wasabi in pasta
- zenzero sott’aceto
- aceto di riso

1) Diluite 2 cucchiai di aceto di riso in una ciotola di acqua a temperatura ambiente, inumidite le mani e cominciate la preparazione dei nigiri. Prelevate da 200 gr di riso per sushi cotto una porzione di circa 25 gr, posizionatela tra il palmo e le dita piegate in avanti e modellate una polpettina ovale; schiacciatela un po’ ma non troppo, altrimenti il nigiri può diventare duro. Disponetelo su un vassoio e proseguite così fino a terminare il riso. Durante questa operazione state attenti a dare a tutte le porzioni di riso la stessa dimensione.
2) Mettete 400 gr di pesce assortito a fettine (filetto di tonno, salmone, branzino, orata, seppie, sgombro, gamberi, calamari) su un piano da lavoro, spalmatele sul lato inferiore con un po’ di wasabi in pasta e adagiatele sulla polpettina ovale di riso facendole aderire bene e facendo in modo che la fettina di pesce sporga dai lati.

Consigli: mentre preparate i nigiri sushi dovete avere sempre le mani inumidite di acqua e aceto. Lo stesso per la lama del coltello (che a ogni taglio deve essere pulita). Servite il sushi con a parte la salsa di soia, il daikon, il gari e la pasta di wasabi.