SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA ITALIA
food

SPECIALE FOOD | La panada cagliaritana

di
Siamo partiti alla volta della Sardegna, una terra ricca di opportunità per l’outdoor e per entrare a contatto con un popolo con tradizioni antiche che si sono conservate, quasi intatte, fino ai nostri giorni.

Uno degli aspetti più interessanti della Sardegna è sicuramente la cucina, ricca di sapori mediterranei e di influenze spagnole ma non solo. A Cagliari in particolare possiamo trovare una specialità che risale, quasi sicuramente, all’epoca medievale: la panada. Si tratta di un tortino di pasta che al suo interno ha un ricco ripieno; veniva impiegato dai contadini e dai lavoratori come pasto principale della giornata, perché facile da trasportare e con un alto apporto calorico.

Ma quali sono le varianti più tradizionali della panada? Partiamo dalle cose fondamentali: nel ripieno devono esserci patate, pomodoro secco, prezzemolo e aglio, il tutto innaffiato da ottimo olio extravergine di oliva. Le opzioni per completare questo piatto tipico poi sono innumerevoli, le più diffuse prevedono l’uso dell’anguilla, pescata nelle lagune attorno alla città sarda, oppure l’agnello, abbinato ai piselli, o ancora il carciofo spinoso di Sardegna, una delle eccellenze di questa terra che viene impiegato in una versione quasi vegetariana della panada. Come si mangia la panada? Bisogna scoperchiare la parte superiore, mangiare l’interno e litigare per il fondo, la parte più deliziosa di questo piatto tradizionale sardo.

Indigo W'S WP Violet Light Blue