Facebook Instagram Pinterest

magazine

ROUTE 66 | Nell’atmosfera magica dell’America del Novecento


Percorso mistico per eccellenza, conosciuto in tutto il mondo, meta di appassionati e di nostalgici, la Route 66 rappresenta forse nel modo più eclatante il grande sogno americano, la volontà di affermare che ogni cosa può essere raggiunta e che tutto è possibile.

Nata originariamente come strada a grande percorrenza, nell’ambito della grande ridefinizione dei trasporti americani avvenuta durante gli anni Venti del secolo scorso, la Route 66 collegava Chicago, nell’Illinois, alla spiaggia di Santa Monica, in California, tagliando trasversalmente gli Stati Uniti per un totale di 2.448 miglia, attraversando oltre agli stati di partenza e arrivo anche Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas, Nuovo Messico e Arizona.

Aperta nel 1926, è stata dismessa dopo ben 59 anni di servizio, per poi tornare sulle mappe, a furor di popolo, come historic route 66. Resa famosa grazie a numerosi prodotti chiamati come la sigla della strada, divenne ancor più nota grazie al capolavoro di John Steinbeck, Furore, che narra la migrazione verso ovest dei contadini dell’Oklahoma verso la California per sfuggire all’inferno dei dust bowl, le tempeste di sabbia che colpirono gli stati centrali degli USA per tutti gli anni Trenta, portato poi sul grande schermo dal maestro John Ford con protagonista il grande Henry Fonda.

Ora, la Route 66 è un percorso che simboleggia la voglia di libertà e di avventura; i tour proposti per percorrerla sono tantissimi, forse quello più vero e interessante è a cavallo di una Harley-Davidson, in stile Easy Rider.

photos and videos