Facebook Instagram Pinterest

magazine

I FUSI ORARI | Introduzione moderna... per viaggiare


Fino alla metà dell’Ottocento, l’ora locale di qualsiasi località nel mondo veniva calcolata seguendo una stima rilevata secondo la longitudine. A causa della crescente necessità di avere un orario certo comune, soprattutto in ambito delle telecomunicazioni e dei trasporti (pensiamo al rapido sviluppo delle ferrovie, al velocizzarsi dei collegamenti anche marittimi), divenne necessario fissare un’ora di riferimento che consentisse quindi all’operatore e al viaggiatore di sapere con precisione quando trasmettere un messaggio e di conoscere l’orario di arrivo del treno. In Italia, dalla fine del 1866 venne introdotto come riferimento l’orario medio di Roma, che successivamente fu adottato anche in quasi tutte le maggiori città della penisola, anche se lentamente.

Nel mondo, la possibilità di conoscere sempre con precisione l’orario di un determinato luogo ha consentito lo sviluppo più snello delle relazioni commerciali; inoltre ha agevolato la diffusione e la velocizzazione dei trasporti. Grazie al fuso orario, possiamo regolare i nostri piani di viaggio in modo efficiente, un vantaggio non di poco conto per il lavoratore ma anche per chi è in viaggio per piacere.

 

photos and videos